Questa settimana l’Autorità olandese per i consumatori e i mercati ACM ha fatto irruzione in diverse aziende digitali che gestiscono siti di incontri. Sono sospettati di aver estorto denaro ai clienti con utenze fasulle gestite da dipendenti della società. I

Secondo l’ACM, spesso  persone vulnerabili sono vittime di questa pratica, riferisce NU.nl. I visitatori dei siti ricevono messaggi da profili falsi, quindi devono rispondere -a pagamento- per poter interagire ulteriormente.

Finché l’indagine è in corso, l’ACM non rivelerà quali società sono oggetto di indagine.