I tradizionali falò di inizio anno che si tenevano solitamente a Den Haag, non ci saranno quest’anno. L’annuncio è stato fatto dal comune martedì sera. A causa delle misure per contrastare il coronavirus, la municipalità de Den Haag non può rilasciare i permessi per il tradizionale evento. Il sindaco Jan van Zanen ha informato personalmente i costruttori dei falò nei quartieri di Scheveningen, Duindorp, Escamp e Laak. “Questa notizia è molto triste per tutti”, ha detto il primo cittadino a NU.nl.

Dopo che i falò di Scheveningen e Duindorp sono usciti fuori controllo durante la veglia del 2018/2019, causando una serie di incendi in tutta Scheveningen, il Consiglio di Sicurezza Olandese ha dichiarato che questi fuochi potevano essere fatti solo con un permesso ufficiale. Quest’anno, tuttavia, i permessi non potranno essere emessi a causa della pandemia. 

“Anche se le misure saranno allentate entro la fine dell’anno, è difficile che i costruttori e il comune riescano a organizzarsi in tempo per permettere di svolgere l’evento in modo sicuro e piacevole”, ha spiegato Van Zanen. “Inoltre, è un grande rischio, finanziario e non, per gli organizzatori “.

Questo è il secondo anno di fila che a Den Haag non si tengono i tradizionali falò. L’anno scorso, il comune aveva deciso di vietare l’evento a causa di una serie di disordini e dimostrazioni nel quartiere di Duindorp, che erano durate giorni e avevano causato l’arresto di dozzine di persone. Per questo, il sindaco ha ricordato che è opportuno che i cittadini mantengano la calma, sia prima che durante Capodanno.