La polizia di Rotterdam questa settimana ha arrestato due ragazzi, uno di 17 anni e l’altro di 18 anni e una donna di 57 anni , tutti di Den Haag, sospettati di hacking di account WhatsApp, dice Omroepwest. Tutti e tre i sospetti provengono dall’Aia. Durante le ispezioni, gli inquirenti hanno rinvenuto centomila euro e un’arma da fuoco. I due giovani rimarranno in custodia per altri 14 giorni mentre la donna è stata rilasciata.

I sospetti hanno hackerato account Whatsapp, chiedendo a contatti, familiari e amici, denaro fingendo di essere le vittime. Quelle persone pagavano e i truffatori facevano perdere le loro tracce. Stando ad Omroepwest, i sospetti sono così riusciti a rubare migliaia di euro.

Quante siano le vittime della truffa non è ancora chiaro. La denuncia è avvenuta per frode, pirateria informatica e furto di identità. La donna, madre di uno dei due, è sospettata di riciclaggio di denaro.