L’Aia non avrà un cimitero islamico a riposo perpetuo, dice l’assessore Hilbert Bredemeijer (CDA) perchè nonostante sia favorevole ad aiutare i fedeli musulmani a trovare una sepoltura degna per la loro religione, semplicemente a Den Haag non c’è spazio.

Come racconta Omroepwest, in realtà sarebbero stati identificati alcuni siti, addirittura in direzione de La Mecca, ma alla fine non se n’è fatto nulla. La comunità islamica, infatti, chiede un terreno con diritti perpetui, per non disturbare il sonno eterno dei cari estinti, ma terreni di questo genere, in una delle città più densamente popolate d’Olanda, pare proprio non ci siano.

Un posto del genere si trova solo a Almere e Zuidlaren, un po’ lontano per molti. L’assessore cristiano-democratico non si sarebbe dato per vinto e avrebbe fatto ricorso ai vicini: a Rotterdam c’è un cimitero privato con diritti perpetui e la città è vicina a Den Haag. Ma lì sorge un altro problema: è un cimitero islamico generale e non tutti i sunniti e gli sciiti sono pronti a risolvere le diatribe religiose insolute in terra, nell’aldilà. E così, la questione rimane aperta.