A Den Haag, la città europea con il più alto tasso di targhe diplomatiche, calano le multe distribuite alle ambasciate. Secondo quanto riportato dal Telegraaf, infatti, nel 2014 il comune ha registrato 2871 contravvenzioni rispetto alle oltre 4000 del 2013, per un totale di 198 023 euro contro i 287 205 dell’anno precedente.

Fonti del quotidiano confermano poi che i diplomatici, mediamente, hanno saldato i debiti con più costanza rispetto al 2013. Questo anche a seguito delle misure adottate dal Consiglio che prevedono il ritiro della “bonus card” per la benzina (il corpo diplomatico non versa le accise sul carburante) a chi non paga le ammende.

C’è però chi, negli anni, mantiene un primato d’insolvenza come i diplomatici di Russia, Georgia e Azerbaijan.