Soldati messi a presidio del parlamento giovedì per timore che i boeren, i contadini, che hanno raggiunto in forze l’Aia possano tentare di raggiungere la piazza del Parlamento.

Dozzine di agricoltori si sono radunati al Binnenhof per una protesta spontanea nel pomeriggio contro l’ipotesi ventilata dalla ministra dell’agricoltura,  Carola Schouten, di obbligare gli agricoltori all’utilizzo di un mangime a basso contenuto proteico per limitare le emissioni di monossido di azoto.

Questo cibo può essere pericoloso per le mucche, sostengono i boeren, e a sorpresa si sono presentati a l’Aia; la polizia li ha autorizzati a rimanere fino alle 22 dichiarando, tuttavia, offlimits l’area intorno al Parlamento. Trattori in coda all’ingresso della città ed un imponente dispiegamento di forze dell’ordine, sono l’inusuale scenario di questo giovedi sera.

L’azione è un’iniziativa di Farmers Defense Force (DFF).