Sir James, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons

Il gelataio Moes Pekedemir, che gira per Den Haag a bordo di un chiosco a motore, non riceverà alcuna esenzione dal comune de l’Aia per i suoi quattro carretti per i gelati, scrive Omroepwest. Dal 1 ° dicembre, questi mezzi a due tempi non saranno più autorizzati a circolare per L’Aia e il motore di quei mezzi, purtroppo, risponde proprio alle caratteristiche dei veicoli banditi.

«Sono in trattativa con qualcuno del comune per ottenere un’esenzione. Tutti pensano che sia strano che debba fermarmi ». Moes spiega che il suo veicolo si sposta solo per brevi tragitti, sempre gli stessi, quindi il suo impatto ambientale è minimo.

L’alternativa sarebbe la riconversione elettrica del suo carretto-gelataio. La questione è che l’uomo è prossimo all’età pensionabile ma ha necessità di lavorare ancora un po’: prima di accedere all’AOW ha bisogno di altri anni di contributi.

E al portale dice di non volersi spostare in altre città: “Sono quasi nato qui. Sono residente a L’Aia e mi trovo nei posti più belli. Hofvijver, Binnenhof e Noordeinde. Non voglio andarmene”.