The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

VLUCHTELINGEN

Den Haag, finisce la “messa fiume” in chiesa: la famiglia armena potrà rimanere in Olanda



Hayarpi (21), Warduhi (19) e Seyran (15 ). Photo credit:  Peter Wassing

La famiglia Tamrazyan, grazie alla sanatoria approvata dal governo, potrà rimanere nei Paesi Bassi. Si conclude così la più “lunga messa della storia”, una staffetta durata quattro mesi e organizzata dalla Chiesa protestante nella Bethelkerk di Den Haag.

In base alla legge olandese, infatti, se una funzione religiosa è in corso non è possibile per le autorità fare ingresso in chiesa. E così, la Bethelkerk con l’aiuto di quasi un migliaio di volontari è andata avanti da ottobre senza sosta, attirando l’attenzione di mezzo mondo.

Ora che più di 600 bambini radicati e i loro genitori possono rimanere nei Paesi Bassi, il risultato previsto è stato raggiunto.

Il presidente del Consiglio generale della Chiesa de L’Aia, Theo Hettema, ha detto in un comunicato stampa: “Questa decisione assicurerà a centinaia di famiglie di rifugiati nei Paesi Bassi, un futuro. Per mesi non abbiamo perso la speranza.”

Allo stesso tempo, la Chiesa protestante si rammarica del fatto che l’accordo politico abbia conseguenze negative per le future politica sui rifugiati, si legge ancora nel comunicato. “La Chiesa protestante continuerà, comunque, a lottare per un’accoglienza umana dei rifugiati.”






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!