Durante perquisizioni nelle case e nei fienili di due uomini di Nieuwerbrug, la polizia ha trovato alcuni cigni muti, tenuti in pessime condizioni. Gli uomini (54 e 56 anni) sono stati arrestati con l’accusa di aver catturato cigni selvatici e aver raccolto le loro uova per venderle a un commerciante in Belgio, tra gli altri.

Dopo diverse segnalazioni via Meld Misdaad Anoniem sugli uomini, la polizia ha avviato un’indagine insieme all’Autorità olandese per la sicurezza dei prodotti alimentari. I due sono stati tenuti sotto’occhio e, secondo la polizia, si è scoperto che erano effettivamente “bracconieri”  di cigni nel polder.

I due residenti di Nieuwerbrug sono stati arrestati venerdì mattina e le loro case e fienili sono stati perquisiti.  Il cigno reale è una specie protetta, scrive Omroepwest: “Nei Paesi Bassi non è consentito prelevare animali protetti e poi venderli”, ha affermato la polizia.