Era nell’aria da un po’, ma ora la decisione è stata presa, scrive 3voor12: il club di Den Haag, Het Magazijn, chiude i battenti. Una delle ultime venue specializzate in musica elettronica ad aver aperto a l’Aia, e che sorgeva nel basement del Bleyenberg, a Grote Markt, è stata colpita dalle conseguenze economiche del Covid. La venue spiega, sulla sua pagina FB, che la chiusura è un chiaro segno della “totale assenza di prospettive per il futuro dei club”.

Già un mese fa, scrive il portale, i fondatori, Joris van der Poel e Arend Lakke, avevano predetto una possibile chiusura del club. Ora quella previsione si è avverata. Non si sa ancora cosa sostituirà Het Magazijn, nel seminterrato di Bleyenberg. I proprietari sperano di poter aprire di nuovo, altrove, quando sarà possibile ripartire.

Het Magazijn è stato fondato nel 2017 e ha portato una ventata di musica elettronica e di scena underground nella sonnolenta Den Haag, ottenendo – tra l’altro – una delle rare licenze notturne che il comune ha rilasciato.

Dopo un esordio con nomi internazionali, la venue si è orientata su nomi locali, mettendo l’ingresso gratuito, una mossa che ha aumentato il numero di partecipanti ed esteso la fama del luogo.