Author pic: dierk schaefer Source: Flickr License: CC 2.0

Durante gli scavi durante gli scavi archeologici nella Nieuwe Kerk a Delft, sono stati ritrovati 432 scheletri e 180 ossari. Dato che le volte reali sono state ampliate, gli archeologi sono stati in grado di ispezionare il terreno sotto la chiesa per più di tre mesi. Tutti i reperti sono ora al vaglio, nella speranza di dare nomi ai morti che riposavano sotto la chiesa.

“Sarei stato già molto soddisfatto di 250 resti ma ce n’erano di più”, afferma il capo progetto Gavin Williams a Omroepwest. Gli scavi sono iniziati a luglio ed è stato ritrovato materiale osseo separato anche negli ossari, fosse in cui sono stati seppelliti resti di tombe ripulite. ‘Ma non possiamo fare molto con questi resti durante la nostra ricerca. Quindi saranno seppelliti nuovamente nel cimitero municipale’, dice Williams.

Gli scavi sono solo una piccola parte dell’intera indagine: durante le operazioni, gli archeologi hanno trovato anche un crocifisso cattolico, in una chiesa protestante: in passato, secondo l’archeologo, era più comune per protestanti e cattolici essere sepolti nella stessa chiesa.

È raro che vengano eseguiti scavi di queste dimensioni, quindi è stato creato un sito Web VR per consentire a tutti di dare un’occhiata a come è andato l’intero processo. Quando la ricerca sarà completata, tra due anni, i resti umani saranno quindi conservati in un deposito archeologico.