The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

LGTBQI+

Decolonizing Queer: ad Amsterdam la prospettiva di un* sex worker marocchin*

CoverPic @Sadiqa El Kahal 

Sadiqa El Kahal è un* sex worker marocchin*, artista e rapper rifugiat* nei Paesi Bassi. Oggi pomeriggio in live streaming dalle 17 alle 19 per Decolonizing Queer: a Moroccan Sex Workers Perspective approfondirà tematiche queer da una prospettiva marocchina, per decolonizzare e recuperare le narrazioni cancellate dall’imperialismo occidentale.

Sadiqa porterà i suoi ospiti dall’altra parte della Jamaâ L’fna, dove i documentaristi non osano nemmeno entrare: un’avventura che apre gli occhi e un invito a scoprire la vita notturna di Marrakech.

War On Bodies e Tales of a Moroccan Sex Worker, le performance di Mala Badi e Sadiqa El Kahal, incluso il rap The Voice of the Queer in omaggio al movimento rivoluzionario queer marocchino, si svolgeranno all’OSCAM.

Attraverso materiale audiovisivo, espressioni corporee e simboli ereditati dalla memoria marocchina, War On Bodies mette in luce il processo cronologico di controllo del corpo in relazione al colonialismo. Viaggia attraverso tempi diversi vissuti dal popolo marocchino e dai suoi corpi. Badi mostra come il colonialismo ha cambiato il modo in cui trattiamo il corpo, i generi e le sessualità, soffermandosi sul colonialismo corporeo associato alla guerra e all’invasione militare.