+31mag Channels

The Netherlands, an outsider's view.

CULTURE

Decay in Amsterdam, il fascino decadente dell’underground

Una casa occupata ha fatto da cornice alla mostra del fotografo Renzo Gerritsen



di Martina Fabiani

 

Per visitare Decay in Amsterdam -in mostra il 29 e 30 aprile scorsi- del giovane fotografo olandese Renzo Gerritsen, abbiamo camminato lungo scale strette e buie, all’interno di una casa nel cuore del Red Lights District di Amsterdam. Originario di Utrecht, Gerritsen ha da sempre una passione viscerale per la capitale, dove ha studiato e dalla quale trae ispirazione per i suoi lavori.

“È un progetto fotografico nato per interesse: amo la musica degli anni ’30, amo visitare i luoghi abbandonati e, in generale, tutto ciò che è antico e cade a pezzi”, ci racconta il fotografo. La combinazione di tutti questi elementi lo ha esortato a spostare la sua lente su dettagli di spazi deserti o in rovina, ben ritratti nelle foto esposte su treppiedi o con fili appesi al soffitto; una quindicina in tutto.

Il fotografo, che ama il fascino decadente, ha scovato questi posti semplicemente camminando per la città, guardandosi intorno e chiedendo ai vicini chi fossero i proprietari, per potervi poi entrare. Non contento, per approfondire la sua ricerca, si è messo in contatto con Stadsherstel e NV Zeedijk, due organizzazioni che si occupano di portare a nuova vita dimore malandate.

La mostra è perfettamente in linea con il luogo che la ospita, una casa con pavimentazione irregolare e muri consumati dal tempo, occupata nel dicembre del 2016; i tre attuali residenti vivono in attesa di sapere cosa ne sarà di quel posto. Abbandonato per otto anni, è stato acquistato di recente dalla società 1012inc

Gli attuali inquilini si oppongono a sprechi inutili di denaro pubblico e aprono le porte di questa piccola abitazione, mettendo a nudo la loro storia per dimostrare come, tra a tegole e calcinacci,  si possa comunque vivere bene con il minimo budget e un pizzico di creatività.

Renzo Gerritsen ha sposato la loro causa, e ci chiede anche di firmare una petizione per lasciare lo spazio agli attuali abitanti e fermare lo cacciata dei residenti dal centro della capitale, un fenomeno che sta colpendo duramente gli inquilini a basso reddito.

La petizione e la mostra – la prima del fotografo –, ma anche il dibattito sugli spazi sociali e il diritto alla casa sono validi propulsori per mantenere alto il dibattito sulla carenza di abitazioni e il degrado a cui sono abbandonate molte costruzioni e monumenti storici.

Una delle foto di Renzo ritrae quello che rimane dello Slangenpand, una delle icone del movimento antagonista di Amsterdam, chiuso nel 2015.

Al giovane fotografo interessava quindi celebrare questa cultura che al contrario di quella impersonale, rappresentata dal turismo, renda ancora la città un luogo curioso e da scoprire.



31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!