Molti giovani hanno ricevuto un bel regalo al compimento del loro 18esimo anno: il principale distributore olandese di libri scolastici ha mandato a loro il conto in sospeso dei genitori per i loro libri, dice NU.nl

La società ha riconosciuto che ciò è effettivamente accaduto, ma ha aggiunto che sta indagando e che sta accadendo “sempre meno”, dice il portale. TLN, il più grande fornitore di libri scolastici nei Paesi Bassi, ha circa 30.000 casi pendenti di recupero crediti: si tratta, ad esempio, di genitori che non potevano permettersi immediatamente i libri di scuola dei propri figli, che li acquistavano a credito ed erano in ritardo sui pagamenti.

Prima dei 18, la lettera di sollecito arriva ai genitori ma al compimento della maggiore eta’, diventa un problema dei neo-adulti: il giornale dice di aver visionato una fattura ai genitori di 100e lievitata fino a 2.300e a causa dei costi e passata, quindi, al figlio.

NU.nl dice di aver contattato TLN in merito a queste pratiche  e  ha detto a NU.nl che gli episodi di debiti passati da genitore a figlio sono episodi che stanno accadendo sempre meno.