De Jonge si aspetta un ritardo nella somministrazione dei vaccini e ciò vorrà dire che entro I° luglio sarà difficile, come previsto, che tutti possano aver accesso alla prima dose, dice NOS.

Il ministro De Jonge tiene conto del fatto che i problemi di consegna presso l’azienda farmaceutica Janssen abbiano conseguenze quando tutti nei Paesi Bassi riceveranno la prima vaccinazione. Ieri è diventato chiaro che Janssen non può garantire che tutti i vaccini siano consegnati come previsto.

De Jonge ha affermato davanti al Consiglio dei ministri che ciò che Janssen offre è diverso dagli accordi: i 3 milioni di vaccini Janssen nel secondo trimestre, insomma, non ci saranno. Il ministro uscente sta ancora calcolando le conseguenze esatte della battuta d’arresto. Ne parlerà di più in conferenza stampa stasera.