Nathan Kramer, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Se le proiezioni saranno corrette entrerà in parlamento anche un “partito dei boeren”, partito dei contadini, una micro-formazione nata nel 2019 sull’onda delle proteste , dice NOS.

BoerBurgerBeweging (Associazione contadino-cittadino) fondata dalla giornalista agraria Caroline van der Plas è una vera e propria sorpresa: il partito non è stato, praticamente, rilevato da alcun sondaggio fino agli ultimi giorni eppure la sua attività, che si è concentrata soprattutto nell’est del Paese, secondo la leader sarebbe stata più che intensa.

 

BBB afferma di difendere gli interessi dei residenti della campagna: “Porteremo la campagna al l’Aia” e stamattina si è presentata davanti al parlamento con un trattore.

Il partito ha il suo bacino elettorale nelle aree rurali del nord e dell’est dei Paesi Bassi, con roccaforti nella provincia di Drenthe e nel Friesland.

Van der Plas, dice NOS, è di Deventer, ed è da anni una figura di spicco del settore agricolo e per anni ha scritto per riviste di settore del mondo agricolo. Il suo movimento vuole rovesciare l’idea che il “boer” sia solo un inquinatore.