POLITICS

POLITICS

Dall’attivismo animalista al parlamento: Marianne Thieme -Partito per gli Animali (Pvdd)- dice addio alla sua creatura

Marianne Thieme, fondatrice e volto del Partito per gli Animali – Partij voor de Dieren – dal 2002 lascia il suo movimento. Avvocatessa, 47 anni, ha portato la sua formazione da piccolo movimento identitario ad un partito politico nazionale, che oggi conta 4 deputati, 3 senatori, consiglieri comunali e provinciali (e fino allo scorso maggio anche un eurodeputato).

La Thieme ha deciso di lasciare il suo incarico affinchè una nuova generazione si prepari per le elezioni del 2021.

La formazione, nata con un programma rivolto esclusivamente al welfare animale, con l’aumentare dei consensi e degli eletti ha allargato la piattaforma includendo anche tematiche “umane”: dai diritti civili, al lavoro il Pvdd è schierato su posizioni progressiste pur avendo cercato di non snaturare il suo nucleo di partito di opinione e l’agenda animalista.

Non è chiaro se la ragione dell’addio sia esclusivamente legata a questioni politiche oppure se altri motivi –la stampa olandese parla di possibili motivi di salute- possano aver giocato un ruolo.

 

SHARE

Altri articoli