La campagna di richiamo verrà accelerata: il personale sanitario degli ospedali è in prima linea in questo e saranno anche i primi a ricevere i vaccini dalla prossima settimana, riferiscono a NOS fonti del settore sanitario.

Saranno coinvolti anche gli istituti per anziani e disabili con un proprio servizio medico e possono ordinare le vaccinazioni per i loro residenti già all’inizio della prossima settimana che verranno consegnate dal 22 novembre.

Per alcune case di cura questo significa un anticipo di 14 giorni sulla tabella di marcia: gli istituti con i propri medici istituzionali in precedenza potevano iniziare a somministrare le vaccinazioni di richiamo solo il 6 dicembre. Ora, il ministro De Jonge potrebbe annunciare l’accelerazione della campagna di richiamo già prima della conferenza stampa  di stasera. La pressione per ottenere le iniezioni prima è grande a causa dell’aumento dei tassi di infezione e della crescente pressione sull’assistenza sanitaria.

Resta da vedere se i richiami saranno disponibili prima anche per altri tre gruppi: gli anziani che possono recarsi da soli in una sede GGD, altri operatori sanitari e residenti di istituzioni senza un proprio servizio medico.

Per il momento, le istituzioni più piccole non riceveranno i vaccini di richiamo fino a gennaio. Gli “anziani mobili” e altri dipendenti dell’assistenza possono, per il momento, ottenere lo shot nelle sedi GGD da dicembre, dice NOS.