The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

CINEMA

Dal ghetto al Parlamento: la vita di Bobi Wine

Un documentario olandese ripercorre la biografia dell'artista e politico ugandese

Dal ghetto al Parlamento è un documentario diretto dall’olandese Thimaud de Driesen e presentato a marzo di quest’anno. De Driesen ha studiato alla Hogeschool voor de Kunsten di Utrecht e poi ha lavorato come regista e montatore di documentari. I suoi soggetti hanno a che fare con le ingiustizie nel mondo ed è appassionato di temi legati alla musica e all’Africa.

La pellicola è incentrata su Bobi Wine, artista reggae di successo e ribelle ugandese. La sua musica unisce reggae, dancehall e afrobeat, veicolando messaggi socialmente impegnati.

Wine, il cui vero nome è Robert Kyagulanyi, ha dovuto lottare per uscire dal ghetto, ma è riuscito ad avere successo e visibilità mondiale. Infatti, nonostante le accuse di omofobia e i vari arresti dovuti alle sue proteste, nel 2017 è riuscito a diventare un rappresentante parlamentare.

Nel 2018 è stato arrestato per aver organizzato un concerto senza permesso. Tuttavia, nell’agosto dello stesso anno molti musicisti internazionali – tra i quali Damon Albarn e Brian Eno – hanno firmato una lettera per chiederne la scarcerazione.

In un paese dominato da violenza, intimidazioni e corruzione quindi, l’avventura di Bobi Wine merita il riconoscimento dei media internazionali. Ma sarebbe riduttivo affermare che il documentario sia incentrato su Bobi Wine. L’opera, infatti, è più un racconto della storia dell’Uganda.