+31mag Channels

The Netherlands, an outsider's view.

CULTURA

Rhythm & Roots, sulle tracce delle sonorità africane nella storia

Dal jazz alla salsa, dal rock n roll al reggae: al Tropenmuseum, una mostra ripercorre il lungo viaggio dei suoni della diaspora africana

Cantare e ballare ad una mostra: succede al Tropen Museum di Amsterdam dove fino al 30 ottobre è possibile vedere Rhythm & Roots,  l’esposizione in cui si riperconno  tutti i generi che affondano le loro radici nei ritmi africani. Dal jazz alla salsa , dal blues all’hip hop, dal rock-n-roll al reggae passando per il gospel e il mambo  si intraprende un viaggio musicale fatto di frammenti audio e video, fotografie, clip ed interviste ai protagonisti di ieri e di oggi.

La mostra  è anche interattiva e offre la possibilità di utilizzare da soli, o in gruppo, delle batterie collegate a diversi strumenti musicali africani (nella foto in basso) i cui suoni vengono riprodotti. «I ritmi africani –spiegano gli organizzatori- hanno viaggiato nel tempo e nello spazio partendo dall’Africa all’epoca della schiavitù per arrivare fino al Nord e al  Sud America dove su queste basi sono nati generi come il blues e il jazz».

trop-rhythm-roots-b

Tanti anche i cimeli in esposizione appartenuti a grandi star.  Tra questi, le chitarre di Chuck Berry e Jimi Hendrix, la giacca da moto di Elvis e la mantella di James Brown.

 

 

Rhythm & Blues – Tropenmuseum,

Linnaeusstraat 2, Amsterdam. Da Martedi a Domenica, 10-17. Ingresso, 15euro.


31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news, reportage e video inediti in italiano.
Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

Recharge us!