Guuzjo at nl.wikipedia, CC BY 2.5 NL, via Wikimedia Commons

Bpost sta studiando l’ipotesi di convertire alcuni uffici postali in negozi di quartiere, dove i clienti possano acquistare cibo, giornali o stampare documenti, scrive Nieuwsblad. con il calo delle entrate derivanti dai servizi postali anche Bpost è costretta a ripensarsi e così l’idea del minimarket di zona, sembra essere quella più interessante.

L’operazione non riguarderebbe solo una parte dei 660 uffici postali, per il momento, ma sarebbe parte della trasformazione delle poste in una società “omni-commerce”.

Tuttavia, i “Bpost store” rimarranno, soprattutto, luoghi con un orientamento al servizio pubblico, dice a VRT Veerle Van Mierlo, dirigente della società postale. “Soprattutto nei comuni rurali dove i residenti hanno meno accesso ad altri servizi di base, l’ufficio postale potrebbe svolgere questo ruolo. Dovremo studiare la questione nei prossimi cinque anni”.