Il gabinetto punta al tetto del prezzo dell’energia da novembre, per combattere l’aumento delle bollette dell’energia, dice NOS.

Secondo fonti governative del portale, quel piano è stato discusso ieri pomeriggio in un incontro tra diversi membri del gabinetto e i capigruppo dei partiti della coalizione.

Si spera che il piano di emergenza possa essere presentato dopodomani, in occasione della presentazione del bilancio, dice NOS. La domanda è se le compagnie possono implementare lo schema rapidamente.

Il governo sta valutando un regime di compensazione in base al quale le famiglie con un consumo di corrente inferiore a un certo limite pagheranno una tariffa inferiore: un ulteriore vantaggio è che le persone sarebbero quindi incoraggiate a essere parsimoniose con l’energia.

La consultazione al ministero dellhie Finanze è durata questo pomeriggio circa due ore e mezza e ha riguardato un piano di emergenza che dovrebbe aggiungersi alle misure precedentemente trapelate.

Il ministro Jetten, responsabile del dicastero di clima ed energia aveva affermato in precedenza di essere aperto a tutti i tipi di idee, ma che devono essere fattibili. Ieri pomeriggio ha detto nella conferenza di Abel Herzberg che vuole fare in modo che le compagnie offrano di nuovo contratti a lungo termine, oltre a quelli flessibili.