Neuhausengroup, CC BY 4.0, via Wikimedia Commons

Le Fiandre stanno studiando la fattibilità di un hyperloop, il treno super veloce che può raggiungere fino a 1.000 chilometri all’ora, che unisca Anversa e Bruxelles. Il viaggio “in capsula” coprirebbe la distanza tra le due città in appena 6 minuti, il tempo che si impiega tra una fermata dell’autobus e l’altra (senza traffico belga).

Tuttavia, alcuni sono critici: “Qual è il valore aggiunto se non guadagni molto tempo?”, afferma l’esperto di mobilità Willy Miermans (UHasselt) a VRT NWS.

L”hyperloop, che è in fase avanzata di sperimentazione, è sostanzialemente un tubo all’interno del quale viene sparata una capsula che rappresenta il vagone, dove possono alloggiare fino a 60 passeggeri. La capsula è sospesa e per questa ragione può viaggiare a quelle velocità. In circostanze ideali, può arrivare fino a 1.000 chilometri all’ora, la velocità di un aereo.

Hardt Hyperloop ha partecipato allo studio fiammingo ed è una delle aziende che sviluppano la tecnologia, insieme a Virgin Hyperloop One (del miliardario Richard Branson, ndr) e Hyperloop Transportation Technologies, dice VRT.

Perché le Fiandre vogliono investire in questa tecnologia? “Ci sono numerosi vantaggi per il trasporto delle merci”, afferma Arne De Brabandere, portavoce del ministro fiammingo dell’Innovazione Hilde Crevits (CD&V). De Brabandere ritiene inoltre che l’hyperloop sia una tecnologia che le Fiandre non dovrebbero perdere.

Secondo lo studio, che le Fiandre avevano realizzato sull’hyperloop, il costo totale dell’investimento – per 100 chilometri sul territorio fiammingo – sarebbe di circa 3,3 miliardi di euro. Ogni anno, l’hyperloop costerebbe circa 170 milioni di euro in manutenzione. La rotta fiamminga trasporterebbe circa 15,6 milioni di passeggeri o 5 milioni di tonnellate di merci all’anno. Queste sono le previsioni, per ora, dice VRT.