Chi c’è dietro una serie di attacchi informatici degli ultimi giorni alle banche olandesi, all’ufficio delle imposte e ai vari dipartimenti e agenzie governative.

ABN Amro e ING, dopo il weekend, hanno subito nuovi attacchi informatici martedì sera. Le due banche hanno notificato i clienti con un Tweet che a loro volta hanno segnalato il malfunzionamento al sito allestoringen.nl.

Le due banche hanno riscontrato problemi con le loro app, nonché con i servizi di Internet e di di mobile banking, ha riferito nu.nl

Cyber attacchi, ING e ABN Amro ancora colpiti dagli hackers. Martedi sera App e banking online parzialmente fuori uso. Nessuno dei due istituti bancari avrebbe commentato la dimensione degli attacchi o se – come negli ultimi giorni – i guasti fossero dovuti a un attacco DDoS.

I cyberattacchi DDoS (Distributed Denial of Service) utilizzano le reti di computer che controllano per inviare un numero elevato di richieste di informazioni dai siti Web per mandare in tilt i siti bersaglio. 

L’origine degli attacchi è sconosciuta ma in molti, in ambienti dei servizi segreti, hanno osservato con la stampa olandese che la responsabilità possa essere della Russia.