The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

CULTURE

Culture, 15 giorni di eventi ad Amsterdam. Una guida ragionata

Dal Fringe festival, al karaoke, dalla musica classica a pranzo alla marcia per i bambini rifugiati: Amsterdam culturale, come la vedremo noi



di Giuseppe Menditto

 

Le lunghe giornate di sole sono ormai un vago ricordo. I barbecue sono in cantina, Action ha già allestito gli addobbi per Sinterklass (se non già per Natale) e la ricerca di un buco dove vivere è  affannosa come sempre ma la domanda che assilla turisti e residenti rimane sempre la stessa: cosa fare ad Amsterdam al di fuori dei classici circuiti? 

 

15 Settembre, questione di Frangia

 

Quella radicale che vi offre la possibilità di esplorare ed esprimere la vostra identità con taglio di capelli  (e non è una metafora)

Ecco quattro appuntamenti per l’Amsterdam Fringe Festival: Oostblock, Volta e al de Brakke Grond

All’Oostblock alle ore 16:30 ultima chance per vedere la pièce teatrale De Silveren Draad (Il filo d’argento). Un intreccio tra guerra, mascolinità tossica e misoginia per chi volesse testare la propria padronanza linguistica.

La giornata prosegue alle 19 con la performance De Trans//missie, una combinazione di musica elettronica, canto e teatro, tutta volta a delineare un futuro distopico in cui l’uomo e la macchina si giurano amore eterno in nome di una tecno-rivoluzione.

 

Alle ore 20:30 al Volta andrà in scena En dan is het bier ook nog eens op del trio TG Liever: ancora un limpido futuro apocalittico. I ghiacci ai poli si sono sciolti, l’acqua del mare continua a salire e il caffè è l’unico riparo dove poter organizzare una festa in attesa della grande fine.

Per finire -fortunatamente solo la giornata- alle ore 21 (e con replica il giorno successivo) il coreografo Moreno Perna metterà in scena XYX al de Brakke Grond: un solo performer ne incarna due e conduce lo spettatore dall’immagine cliché della donna come corpo sensuale a quella di un corpo androgino. Il lavoro si focalizza sull’idea che il genere sessuale come costruzione culturale non possa essere de-costruito, ma solo trasceso. Così si può creare una fluidità che va oltre la divisione tra ciò che è maschile e ciò che è femminile. XYX è un appello, una chiamata, un’invocazione a tutto ciò che è sia tanto maschile quanto femminile in ogni spettatore.

 

15 Settembre, all’OT301 si serve apocalisse su stampa al cianotipo 

Sempre sabato due appuntamenti all’OT301: incontro introduttivo sulla stampa al cianotipo alle ore 19. La cianotipia è un antico metodo di stampa fotografica caratterizzata dal tipico colore Blu di Prussia. Il procedimento fu inventato dallo scienziato e astronomo inglese Sir John Herschel nel 1842, pochi anni prima della diffusione della fotografia con William Fox Talbot in Gran Bretagna e Louis Daguerre in Francia. Il cianotipo è rimasto famoso nella storia della fotografia perché venne adottato pochi anni dopo la sua scoperta da Anna Atkins, considerata da molti la prima donna fotografa della storia.

A concludere il weekend un po’ di ottimismo apocalittico nella proiezione del film The Hole (1998) di Tsai Ming Liang. Come finirà il mondo? Catastrofe nucleare, invasione aliena o esuberanza trumpiana, il cinema della fine non è mai stato così vitale: a sette giorni dal 2000, Taipei è spazzata dalla pioggia e colpita da un misterioso e letale virus. Un buco nel soffitto mette in comunicazione un uomo (Lee) e una donna (Yang) che sono rimasti soli in un fatiscente stabile sgombrato a causa della pandemia. Lentamente l’acqua inizia ad invadere gli appartamenti, infradiciando senza scampo le povere cose dei protagonisti. Attraverso un buco sul pavimento, il ragazzo osserva la vicina soffrire dei sintomi del virus. Vorrebbe intervenire, porre fine alle sue difficoltà, ma si trattiene dal farlo per riservatezza, paura, indifferenza. Si incontrano dapprima solo in una dimensione onirica, sulle note delle canzoni anni ’50 di Grace Chang, finché una mano tesa attraverso il foro stabilisce finalmente un rapporto umano. (Info: https://bit.ly/2NAoP6u)

16 Settembre, al FOAM workshop gratuito  

Laboratorio fotografico al Foam col walk-in workshop a partecipazione gratuita ispirato dall’esibizione Private Scenes dell’artista giapponese Masahisa Fukase. Durante l’incontro sarà possibile scattare e lavorare ad una foto biografica utilizzando materiali differenti. 

18 Settembre, karaoke al Mezrab

Riprendono al Mezrab le serate di Open Mic Comedy. Per chi volesse afferrare il microfono e cimentarsi sul palco, l’appuntamento è alle ore 20. Ingresso a sottoscrizione.

18-20 Settembre, cinema indipendente e il primo Jim Jarmusch

al LAB111 Amsterdam in scena l’Independent Film Festival, lungo e cortometraggi da tutto il mondo e una sezione speciale dedicata alle prime opere di Jim Jarmusch. Ingresso gratuito

19 Settembre, pranzo e musica classica al Concertgebouw

Il consueto concerto gratuito all’ora di pranzo al Concertgebouw propone: Hawijch Elders (violino) e Sander Sittig (piano) si suoneranno la Sonate di Sarasate e la Carmen-fantasie op. 25 di Sarasate. Per chi non ci fosse mai stato, vi consigliamo di arrivare almeno 30 minuti prima dell’inizio (12:30) per non doversi litigare gli ultimi posti con le agguerritissime nonnine di Vondelbuurt.

20 Agosto, storie di bordelli

Al Cavia il documentario australiano The Pink House è un interessante spaccato sulla vita delle protagoniste nell’ultimo bordello rimasto a Kalgoorlie

20- 22 Settembre, ADM festeggia l’ultimo compleanno (?)

XXI edizione del Viva ADM Festival. Anche se questa potrebbe purtroppo essere l’ultima edizione a causa della situazione giudiziaria dello spazio. La grande comunità alternativa dell’ADM celebra il suo compleanno con musica, teatro, installazioni, arti circensi e molto altro.

21 Settembre, zombie al Cavia

alle 20:30 al Filmhuis Cavia il mockumentary trash-horror a bassissimo costo Vixen Velvet’s Zombie Massacre III di Stefan Popescu: l’attrice Vixen Velvet, stanca del mondo porno, decide di rilanciarsi in una più rispettabile carriera. Per farlo dovrà affrontare soltanto un’epidemia zombie. 

22 Settembre, hippies allo Stedelijk e jazz al Munganga

Visita guidata alla mostra Amsterdam, the magic center dedicata all’arte e alla controcultura della città sul finire degli anni ’60. Alle ore 20:30 al Teatro Munganga concerto afro-jazz-blues col Nilza Costa Trio. 

19-23 Settembre, when East meets West

Al Bimhuis si svolgerà l’edizione 2018 del Newsland Festival: Ode to Women. Questa terza edizione intende contaminare cultura musicale orientale e occidentale. Al centro del programma donne musiciste e compositrici provenienti da Iran, Libano, Siria, Spagna e Paesi Bassi. Il concerto d’apertura Mother-Umm-Madre è affidato a due voci femminili di fama mondiale: Nuria Rial e Dima Orsho cantano la figura della madre attraverso i secoli e le culture. Il 21 settembre sarà la volta di Salon Joussour: Layale Chaker & Judith Steenbrink e poi alle ore 21 di Layale Chaker & Holland Baroque. Il 22 settembre la percussionista iraniana Naghmeh Farahmand duetterà con la sassofonista Tineke Postma giocando sulle differenze e le similitudini tra musica persiana e quella occidentale.

23 Settembre, chi ama le capre, chi sente le voci

Al Plek in scena Going Places #4|Arabic Affairs con proiezione del film Ali, The Goat and Ibrahim . Ali ama una capra di nome Nada e Ibrahim sente delle voci da un altro mondo. Entrambi i giovani sono considerati strani e sono emarginati dalla società. Insieme, i due si imbarcano in un viaggio che li porterà in giro per l’Egitto per scoprire, attraverso la forte amicizia, che la loro malattia è in realtà la loro forza.

26 Settembre, pranzo e musica classica al Concertgebouw

Ancora l’abituale lunch concert al Concertgebouw con musiche di Rachmaninoff e Prokofjev per pausa pranzo culturale.

27 -28 Settembre, al Cavia da giovane criminale a boss

Al Cavia il film Un Prophète di Jacques Audiard: il film narra la prigionia del giovane beur Malik, dall’ingresso in carcere, solo e appena maggiorenne, all’uscita sei anni più tardi, che lo vedrà completamente trasformato in un affermato boss criminale

27  Settembre, artisti di strada con influenze urban

Al Mezrab concerto della Amsterdam Klezmer Band. Nata venti anni fa come un gruppo di artisti di strada che suonavano la tradizionale musica yiddish per le strade, l’AKB fonde sonorità tradizionali con influenze jazz, ska, dance e hiphop.

 

28 Settembre, bassi pesanti all’OT301

Il progetto Sub:terrein ritorna all’ OT301-Studios con un concerto acidtechno su synth andati e drum machine rotte. Ospite speciale il rumore della metropolitana.

29 Settembre, in marcia per i diritti dei minori

A partire dalle ore 14 Geen Kind aan de Kant organizza una manifestazione per rivendicare diritti per i rifugiati e in particolare il pericolo di espulsone dei bambini dopo anni di permanenza in Olanda.

30 Settembre, cortometraggi per bambini al Munganga

Per il Kinder Bioscoop al Munganga proiezione del film Marlies: realizzato dall’artista catalana Aida Rodriguez Mussache appositamente per i più piccoli, il cortometraggio racconta dei disegni della protagonista. A seguire laboratorio di pittura. Alle ore 14 Ouvirandô 2018, fiera culturale della comunità brasiliana: presentazione di libri, mostra fotografica, story telling e lezioni di portoghese.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!