Da maggio ad oggi, la Croce Rossa in Olanda ha consegnato più di 10 mila pacchi alimentari alle persone in difficoltà a causa dagli effetti finanziari del coronavirus. Sono molti gli agricoltori che in tutto il Paese hanno donato i loro prodotti invenduti o inutilizzati alla filiale olandese dell’organizzazione umanitaria per i più bisognosi.

L’organizzazione ha già distribuito migliaia di chili di patate, cetrioli e cipolle, tutti prodotti coltivati nei Paesi Bassi. Sono state inoltre distribuite 70 mila uova e 11 mila pagnotte. “Le persone sono davvero felici di ricevere prodotti freschi per cucinare dei pasti sani per se stessi e la loro famiglia” ha raccontato un portavoce della Croce Rossa NL. Ogni pacco contiene cibo a sufficienza per sfamare due persone per tre pasti caldi.

La Croce Rossa ha garantito che per il momento continuerà a distribuire pacchi anche ai lavoratori migranti, che a causa delle conseguenze economiche e finanziarie del covid faticano a pagare l’affitto e ad arrivare a fine mese, come riportato da FNV. “Questi lavoratori non sanno mai quante ore lavoreranno. Anche se per poche ore e con una paga ridotta, sono costretti a pagare l’intero affitto”, afferma Bart Plaatje, un attivista di FNV.

Ognuno di noi può inoltre contribuire attivamente alla raccolta fondi organizzata dalla filiale olandese della Croce Rossa dal 22 al 27 giugno 2020.