Pic credits Author: Onderwijsgek, Source: Wikipedia, Licence: CC BY-SA 2.5 NL

Il governo olandese vorrebbe offrire sostegno finanziario a HEMA e ha chiesto alla banca d’affari Lazard di valutare quale ruolo può avere lo Stato in questa operazione. Lo ha riferito il Financieele Dagblad. Una soluzione potrebbe essere una garanzia statale per i nuovi prestiti.

I funzionari del governo stanno monitorando la salute finanziaria dell’azienda, dato che da essa dipende il futuro di molte persone. HEMA conta circa 9.500 lavoratori solo nei Paesi Bassi. Se dovesse fallire, anche le vie dello shopping ne risentirebbero. Queste sono già state duramente colpite dall’aumento del tasso di sfitto (vacancy rate).

Dopo aver visto un calo del 30% delle vendite, a marzo l’amministratore delegato di HEMA, Tjeerd Jegen, ha detto al personale e ai proprietari dei locali che sarebbero stati necessari dei sacrifici finanziari. Questo non è avvenuto nei confronti degli azionisti. La stessa sopravvivenza dell’azienda era stata messa in dubbio. Hema, acquistata da Marcel Boekhoorn appena un anno e mezzo fa, è in perdita dal 2013.

Il governo olandese è già stato coinvolto in due importanti salvataggi aziendali negli ultimi mesi. Quello della compagnia aerea KLM e quello del costruttore navale IHC. I dettagli dei sostegni alle aziende sono ancora in discussione.