I prezzi delle case di proprietà esistenti nei Paesi Bassi sono diminuiti dello 0,5% ad ottobre rispetto a settembre, dice il Telegraaf: questa è la terza diminuzione consecutiva di mese in mese, secondo CBS. Nonostante il mercato immobiliare sembri rallentare la corsa folle verso l’alto è lontano dal crollo del 2008-2013, ha detto l’agenzia Calcasa al quotidiano di Amsterdam dopo aver calcolato cosa accadrebbe se il crollo precedente si ripetesse.

La casa media costava 428.079 euro a ottobre. Era ancora del 7,8% in più rispetto a ottobre 2021. Tuttavia, anche gli aumenti annuali dei prezzi si stanno stabilizzando. A settembre, le case erano più costose del 9,4% rispetto a un anno prima. E questo è già molto meno dell’aumento dei prezzi del 21,1% di marzo.

Il catasto ha registrato 14.863 abitazioni che hanno assistito ad un passaggio di proprietà in ottobre e si tratta di oltre l’8% in meno rispetto all’anno precedente. Nei primi dieci mesi di quest’anno sono state vendute 156.521 case, oltre il 17 %in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Nel precedente crollo del mercato immobiliare tra il 2008 e il 2013, i prezzi delle case sono diminuiti in media del 17%. Secondo Calcassa, se ciò dovesse ripetersi ora, il valore medio del patrimonio netto scenderebbe di 70.000 euro. Ma la maggior parte dei proprietari di case sarà comunque in grado di assorbire il calo dei prezzi.

L’agenzia ha calcolato che il valore medio del patrimonio netto ora è di 175.000 euro. “Questo indica che gran parte del mercato immobiliare ha abbastanza margine per il momento per essere in grado di gestire ulteriori cali dei prezzi”, hanno affermato i ricercatori.