The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Covid, “negazionisti” perdono in tribunale: norme governo NL legittime

In Olanda il gruppo anti coronavirus Viruswaanzin ha perso giovedì in tribunale: la richiesta di eliminare le restrizioni contro il coronavirus, come il distanziamento di 1.5 metri, non sono state accolte dal giudice, scrive  de Volkskrant

Il gruppo, il cui nome significa “virus follia”, si batte contro le norme sanitarie anti coronavirus in vigore fin dal primo luglio in Olanda. Il gruppo, infatti, sostiene che tali norme siano esagerate rispetto al basso tasso di mortalità e contesta il bilancio delle vittime ufficiale presentato dal governo.  

Il leader del gruppo, Jeroen Pols, ha affermato di fronte alla corte che il bilancio delle vittime include molte persone che sono state infettate dal virus quando avevano già altre malattie gravi, come il cancro. Secondo Pols, “vogliono far aumentare le statistiche. Hanno bisogno di un numero alto di morti”. 

La corte, però, ha decretato che le misure sono basate sui consigli dei virologi e degli esperti di salute pubblica, membri della Squadra della Gestione delle Epidemie. Per questo motivo le restrizioni sono giuridicamente corrette. “C’è un gran dibattito popolare e scientifico sulla natura e severità del coronavirus così come sull’approccio da utilizzare per combatterlo. Questo, però, non vuole dire che l’approccio scelto dal governo sia sbagliato”. 

Nonostante la sconfitta, il gruppo sta cercando di organizzare una protesta anti coronavirus all’Aia per il primo di Agosto. La municipalità dell’Aia aveva già proibito al gruppo di organizzare due proteste, il 21 ed il 28 di Giugno. Ora, però, le restrizioni sono state allentate e non è escluso che il sindaco dia il via libera