La mutazione del coronavirus, che avrebbe generato una variante potenzialmente più contagiosa, “non è motivo di panico, ma è motivo di preoccupazione”, afferma il ministro De Jonge secondo NOS. Il governo sta valutando ora l’opportunità di adottare misure aggiuntive da e verso la Gran Bretagna.

Dopo una telefonata ieri pomeriggio con il direttore di RIVM, Van Dissel ci sono state consultazioni tra vari ministri e il governo ha deciso alla fine imporre un divieto di ingresso nei Paesi Bassi ai voli provenienti dal Regno Unito.

“Era qualcosa che potevamo fare rapidamente”, ha detto De Jonge spiegando la ratio del divieto, il primo nell’UE. Perché vietare solo i voli passeggeri? Il divieto di ingresso via terra, sarebbe stato più complesso. In prospettiva, se la situazione dovesse peggiorare, non è escluso un divieto totale per gli spostamenti da e per il Regno Unito.

La situazione britannica e il fatto che il virus mutato sia stato già identificato in Olanda, non hanno convinto il governo a pensare ad un inasprimento delle norme anche se, le cose potrebbero cambiare in seguito.