Nelle ultime settimane, i Paesi Bassi stavano andando bene sulla mappa europea perché il numero di test positivi è diminuito settimana dopo settimana ma ora è finita la corsa verso il ribasso, dice RTL.

l Limburgo è la prima provincia a tornare dall’arancione al rosso mentre Utrecht è solo a pochi casi da quel confine. E se più del 4% di tutti i test diventa positivo, anche il resto del Paese andrà in rosso.

A settembre l’intero paese era rosso e c’erano persino prospettive che alcune rovince potessero diventare verdi ma la prospettiva è stata eliminata dall’impennata autunnale, dice RTL.

Il Limburgo è attualmente il maxi focolaio, quindi Utrecht ha contato 2.635 test positivi, che equivalgono a 199,7 per 100.000 persone, ossia appena sotto la linea tra l’arancione e il rosso.

Overijssel sale rapidamente mentre nel  Gelderland, il numero di test positivi è aumentato del 35% e nel Drenthe del 30%.

Negli altri Paesi il quadro resta lo stesso: in Spagna, Francia e Italia la situazione sta migliorando e in Centro Europa aumenta il numero dei test positivi: in Romania è ora rosso scuro, il livello più alto, la Slovenia rimane a quel livello e anche gran parte della Slovacchia è ora rosso scuro. Più della metà dell’Ungheria è rossa, la Repubblica Ceca passa da prevalentemente verde a completamente arancione.

La Germania rimane quasi completamente rossa. Le Fiandre restano arancioni e la Vallonia rossa.