RIVM, istituto per la sanità olandese, suggerisce ai single di sconfiggere la solitudine con l’ausilio di un sexbuddy. In precedenza, RIVM aveva scoraggiato ogni sorta di appuntamenti e incontri di sesso occasionale. L’impossibilità di intrattenere dei rapporti fisici è ovvia se si tiene in considerazione la regola di distanziamento sociale di 1,5 metri. Fino a ieri, dunque, i single erano stati dimenticati. Adesso, però, il governo olandese pare aver preso a cuore la situazione

RIVM riconosce il bisogno umano di contatto fisico. Il RIVM ha aggiornato alcune linee guida prendendo in considerazione le persone che non sono all’interno di una relazione a lungo termine o seria.“Ha senso che anche tu voglia avere un contatto fisico come singolo”. Le linee guida possono essere trovate qui, sul sito web RIVM.

Puoi concederti un pò di coccole o un sexbuddy. Le indicazioni sono in realtà piuttosto utili. Il RIVM consiglia alle persone single di avere una persona da coccolare o con cui fare sesso. L’istituto di sanità consiglia, quindi, di vedere una sola persona piuttosto che più persone, in modo da ridurre al minimo il rischio di diffusione del coronavirus. RIVM consiglia anche di avere un accordo con l’eventuale partner su quante altre persone vedere. In questo modo, la possibilità che il contagio di coronavirus si propaghi è minima. 

Il riconoscimento delle difficoltà può far sentire meglio i single. Timo Harmelink, che gestisce il podcast Datevermaak, ha parlato dell’importanza di queste nuove linee guida. Quando ti senti solo e sei single, ma nessun può vederlo, l’impressione è che ci sia qualcosa di sbagliato in te, che i tuoi sentimenti siano “sbagliati”. Ora che il RIVM ha riconosciuto la difficoltà di questo periodo per i single, la vita sarà probabilmente un pò più facile anche per loro.