Aprile e Novembre 2020 rimarranno come i mesi in cui la prima e la seconda ondata della pandemia hanno raggiunto il loro picco in Belgio. In nessun altro aprile o novembre dalla fine della seconda guerra mondiale sono morte così tante persone in Belgio come nell’aprile e nel novembre 2020.

Le cifre mostrano che la seconda ondata della pandemia di coronavirus è stata probabilmente mortale quanto la prima. Il demografo Professor Patrick Deboosere della Dutch-medium Free University (VUB) di Bruxelles ha detto che “Se le cifre continuano a stabilizzarsi e rimangono a 100 persone che muoiono ogni giorno durante le prossime settimane, potrebbe essere il caso che la seconda ondata è più mortale della prima”.

Tuttavia, aprile e novembre 2020 non sono stati i mesi con il maggior numero di morti dalla fine della seconda guerra mondiale. Nel febbraio 1960 durante il quale più di 15.000 belgi morirono di influenza.

Il coronavirus ha provocato un eccesso di mortalità e questo è evidente nei dati di mortalità di quest’anno. È probabile che entro la fine dell’anno la mortalità in eccesso in Belgio raggiungerà i 15.000. In nessun altro anno dal 1945 la mortalità in eccesso è stata così alta qui.