The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

BE

Covid-19: perché Bruxelles è la più colpita

Covid-19: la regione di Bruxelles ha introdotto nuove misure per combattere la diffusione del virus. Ma come mai la capitale è la più colpita, si chiede Gazet van Anwerpen

Dopo gli scienziati, anche i politici iniziano a preoccuparsi per il crescente numero di casi nella capitale belga. La settimana scorsa, sono stati registrati 2199 nuovi casi solo nella regione di Bruxelles. Se paragonati a luglio, circa 100 alla settimana, la situazione sembra critica. Alcuni si chiedono se l’alta incidenza non sia dovuta al numero di test che vengono fatti. E’ vero, scrive BrusselsTimes: i test a Bruxelles sono  più che raddoppiati da luglio, ma non sono comunque di più di quelli che vengono fatti in altre regioni del Belgio.

Sfortunatamente per la capitale, però, molti test risultano positivi. Se in Belgio solo 1 su 20 è positivo, nella capitale il rapporto è 1 ogni 10. L’epidemia si sta diffondendo più velocemente e la vera portata di questo fenomeno è ancora poco chiara. L’indice di contagio ora è a 181 casi per 100 ooo abitanti, ma i dati sono particolarmente alti nelle aree working class, come Sint-Joost, Koekelberg, Ganshoren e Molenbeek.

Inoltre, la seconda ondata è partita prima a Bruxelles. I picchi, registrati ad agosto in tutto il Belgio, avevano come maggiore focolaio Bruxelles, dicono gli esperti. Infine, come sta succedendo in tutto il mondo, la seconda ondata sta colpendo principalmente teenagers e giovani tra i 20 e i 30 anni. Entrambe queste categorie rappresentano una grande fetta della popolazione della capitale