Per il mercato immobiliare olandese sono stati anni di prosperità. l’emergenza Coronavirus e le misure per rallentarlo porranno definitivamente fine ad un periodo con case a prezzi stellari e a crescenti vendite immobiliari. Una combinazioni di effetti collaterali  dovuti alle restrizioni comporterà ad numero largamente inferiore di vendite quest’anno e ad una caduta di prezzi il prossimo, come riporta l’istituto di credito olandese ABN Amro. 

L’economia entrerà in recessione e tutto questo porterà a conseguenze pesanti per il Paese. Secondo la banca crescerà il numero di disoccupati e diminuirà il reddito disponibile. “Ci si aspetta una crescita del tasso di interessi per i mutui – afferma ABN – e questo renderà il finanziamento meno economico”. L’incertezza nei mercati finanziari potrebbe corrispondere all’esitazione degli investitori a comprare.

“Non sapendo ancora quanto dureranno le misure precauzionali per frenare il virus, è inutile fare stime sui prezzi delle vendite delle case. L’unica cosa che si può azzardare a prevedere è la direzione che prenderà il mercato immobiliare. Gli effetti di una recessione in questo mondo si vedono prima nelle vendite e poi nei prezzi la cui caduta avverrà nel lungo periodo”, sostiene la banca nel report.

Quando si parla di recessione e di mutui viene facile l’accostamento alla crisi del 2008, ma ABN Amro si aspetta che per le famiglie le difficoltà nel pagare il mutuo crescano meno rapidamente. Questo perché stanno ripagando il loro prestiti ma ora possono chiedere prestiti inferiori rispetto alla crisi precedente.

Ma la banca avverte che tutto dipenderà dalla durata della recessione. Se la crisi durerà più del previsto, più proprietari saranno sommersi dai loro mutui.