Covid-19: un paziente su 10 sviluppa problemi cardiaci durante il ricovero: questa la conclusione di un progetto di ricerca internazionale. Questo è uno dei tanti studi condotti sulle conseguenze permanenti del virus sui pazienti. 

In tutto, la ricerca ha considerato 3011 pazienti, di cui il 95% si trovavano in ospedali olandesi. Più del 60% dei ricoverati erano uomini con un’età media di 67 anni. Solo un terzo di loro presentava già problemi cardio-vascolari prima di contrarre il Covid-19.

I problemi al cuore, che si sono verificati nella maggior parte dei casi, sono stati l’aritmia cardiaca o il battito irregolare. Tuttavia, 55 pazienti hanno avuto scompensi cardiaci e, altri 15, infarti. In più, 200 pazienti hanno subito emboli polmonari. 

Circa il 20% dei pazienti coinvolti nello studio, sono morti durante il loro ricovero in ospedale. 16 di loro sono deceduti a causa di problemi cardiaci. 

L’indagine, che verrà pubblicata su una rivista scientifica questo mese, non mostra quali pazienti abbiano più probabilità di sviluppare complicanze di questo genere.

“Attualmente, siamo molto impegnati con le analisi,” ha detto Folkert Asselbergs, che sta portando avanti questo progetto all’Università di Utrecht. “Speriamo di poter dare informazioni più precise in un futuro abbastanza vicino.”

Lo studio ha utilizzato le informazioni raccolte da 74 ospedali in 13 paesi diversi. Tutti questi dati sono parte del Capacity-Covid register.