Pic: Europol

La vicenda dell’arresto (o del presunto arresto) del boss della mafia italiana a l’Aia, mercoledì scorso, ha assunto i toni del giallo: l’uomo che l’arrestatie team – i nocs della polizia dei Paesi Bassi- ha prelevato da un ristorante della terza città olandese bendato e poi sbattuto nel fortino delle carceri olandesi, Vught, è Matteo Messina Denaro?

Stando all’avvocato dell’uomo in carcere decisamente no: “se il mio cliente è Messina Denaro, io sono il Papa”, avrebbe detto alla stampa olandese.

Questa vicenda mostra diversi lati oscuri che al momento non è possibile chiarire perché le informazioni pubbliche scarseggiano.

Intanto, vale la pena capire chi ha fatto il nome di Messina Denaro per primo. Il quotidiano di Amsterdam Het Parool, una delle principali testate olandesi, è stata la prima a pubblicare la notizia, alle 13 del 10 settembre: nonostante il condizionale, il portale del quotidiano diceva nell’articolo che l’OM, il pubblico ministero che ha disposto l’irruzione nel ristorante, avrebbe fatto il nome di Messina Denaro perché l’operazione sarebbe stata l’esecuzione di un mandato di cattura spiccato dall’Italia.

L’articolo è a firma di Wouter Laumans, uno dei più grandi esperti di Mafie in Olanda, autore di Mocro Maffia e Maffia Paradijs, quest’ultimo un libro dedicato alla presenza criminale italiana nei Paesi Bassi.

Le fonti godono quindi del massimo livello di reputazione e se l’operazione fosse davvero partita con una richiesta dall’Italia è molto probabile che gli investigatori nel nostro paese avessero delle informazioni accurate.

La notizia è stata poi ripresa da NOS, il portale della tv di Stato nei Paesi Bassi mentre in Italia nessun media nazionale si è occupato della vicenda.

In breve, il quesito che attende una risposta è il seguente: quale informazioni avevano in mano gli inquirenti italiani e quelli olandesi per aver deciso di eseguire l’irruzione nel ristorante di Den Haag?

La Direzione Investigativa Antimafia aveva, quindi, colto segnali che potevano suggerire la presenza di Messina Denaro in Olanda?

L’arresto sarebbe avvenuto mercoledì e se venisse confermata la circostanza dello scambio di persona, rimarrebbe da chiedersi come sia stato possibile, per i più alti ranghi investigativi dei due paesi, commettere un errore di questo tipo.