The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

Cosa fare in caso qualcuno spari attorno a voi

Mi sono trovato stamattina a dover dare qualche risposta agli sguardi interrogativi dei miei familiari, preoccupati dalle notizie degli ultimi tempi. Solo negli ultimi mesi, nel raggio di 500 mt. da casa nostra, in una tranquilla area residenziale della città ci sono stati 4 omicidi con armi automatiche, con sparatoria incorporata di cui due in pieno giorno. E in tutti questi casi c’è stato uso di armi d’assalto e munizioni da guerra.

Preparare un po’ la famiglia all’eventualità in cui troppo vicino succeda una sparatoria mi è sembrato doveroso. Ho fatto una ricerca e ho provato a condividere il poco di buon senso appreso. Quello che segue è ciò che ho detto loro.

Ho lasciato a fondo pagina qualche link. Se avete altre idee, consigli o storie da condividere per favore facciamolo.

Usate  pure lo spazio per i commenti qui sotto!

1. Tenere gli occhi aperti

Stare svegli, leggere ciò che succede attorno a noi, aprirsi al mondo, respirare bene. L’autodifesa parte dalla testa.
Io dico sempre a mia figlia: “quando attraversi la strada guarda da entrambe le parti”. Non e’ la macchina che viene da dove ti aspetti quella pericolosa.
Una persona che cammina con un arma in mano a venti metri da voi potrebbe essere un segnale sufficientemente importante da notare nella vostra passeggiata mattutina. Fateci caso, a cosa vedete, ovvero a che distanza sta’ da voi la vostra attenzione. E’ divertente notare come la maggior parte delle persone siano addormentate.

2. Andate via


Se c’e’ qualcuno che ha un arma in vista a venti metri da voi, non perdete tempo a capire se è un buono o un cattivo, filatevela. Non guardatelo negli occhi, sparite il più velocemente possibile. Per prima cosa dalla sua attenzione, poi dalla linea di tiro, poi dalla zona. Quando siete al sicuro chiamate il 112.

3. Se sentite degli spari abbastanza vicini

Spari di armi automatiche sono leggermente meno rumorosi dei petardi. Si riconoscono. Le armi automatiche sono imprecise, il che e’ un bene e un male perché potremmo rimanerci secchi lo stesso PER ERRORE.
Dove non volete stare e’ sulla linea che sta’ tra chi spara e il suo bersaglio, la linea di tiro. Neanche dietro uno che spara volete stare, perche’ potrebbe darsi che qualcuno gli ricambi la cortesia. State bassi e dietro qualcosa di solido. Respirate e filatevela.
in generale le armi da guerra sparano proiettili fatti per passare gli oggetti e non si fermano dentro i corpi o in una portiera d’auto, una porta chiusa, un muro di separazione.

Se quindi evitare di stare nel posto in cui qualcosa sta succedendo è la prima accortezza, la seconda è andarsene il prima possibile e rischiando il meno possibile: come?

  • mettete un muro tra voi e gli spari, e subito dopo molti muri. Allontanatevi il più possibile. E poi tornatevene a casa. Non aspettate di sapere come va a finire. Ogli persona armata è pericolosa, incluso un poliziotto.
  • se siete in casa state lontani dalle finestre: un muro di mattoni e’ una buona protezione, due muri meglio, il pavimento vale uno. State bassi, nascosti e aspettate che finisca.
  • una macchina non e’ sempre una buona protezione, se non avete che un auto a disposizione,  la parte del motore può proteggervi abbastanza bene.
  • Evitate di attraversare spazi aperti, non state in mezzo alla strada, o su un piazzale.
  • Se state correndo all’aperto e presumete di essere su una linea di tiro, è preferibile essere veloci che andare a zig zag. Questo consiglio, in letteratura molto controverso, me lo diede un tiratore scelto del Com. Sub. In. (Comando Subacquei e Incursori della Marina Militare). Assumendo che non stiano sparando a voi, la cosa migliore da fare è comunque prendere copertura e allontanarsi nel minor tempo possibile. Personalmente io deciderei lì per lì, valutando la situazione.

E se ti colpiscono? I consigli che ho trovato in rete concordano; in sintesi:

se ti sei accorto di essere stato colpito la buona notizia e’ che non sei ancora morto. Se ti portano in una camera d’emergenza in tempo te la cavi. Ergo tanto vale dare per scontato che te la caverai. Blocca il sangue. Fatti portare in ospedale e non mollare. L’80% di queste ferite non è mortale, quindi non muori.
Per il resto valgono i consigli del pronto soccorso ed il buon senso.

Qualche fonte online:

  1. Wikihow: Survive a public shooting http://www.wikihow.com/Survive-a-Public-Shooting
  2. Wikihow: How to Survive a School or Workplace Shooting
    http://www.wikihow.com/Survive-a-School-or-Workplace-Shooting
  3. Wikihow: Treat a bullet wound http://www.wikihow.com/Treat-a-Bullet-Wound
  4. Alcuni consigli sensati da No Nonsense Self Defence. http://www.nononsenseselfdefense.com/activeshooter.html
    Un po’ lungo. Quando si tratta di consigli che vengono dagli States, visto che li sono tutti armati, e in genere veditori di paranoia, fateci la tara.

 

Federico Bonelli

 

Cover Pic: Image by Steve Buissinne from Pixabay