Pic: Pixabay

La pubblico ministero dell’ICC Fatou Bensouda avverte: i singoli coinvolti in una nuova spirale di violenza nella questione Israele – Palestina rischiano un’ulteriore indagine dalla Corte penale internazionale ICC oltre a quella attualmente in corso su presunti crimini di guerra nei precedenti periodi del conflitto attuale, ha detto la Bensouda all’agenzia Reuters.


La procuratrice, fa sapere, porterà avanti la sua inchiesta anche senza la cooperazione di Israele, che accusa il suo ufficio di pregiudizi antisemiti.

“Questi sono eventi che stiamo guardando molto seriamente”, ha detto Bensouda riferendosi alle violenze di questi giorni. “Stiamo monitorando molto da vicino e ricordo che è stata aperta un’indagine e anche l’evoluzione di questi eventi potrebbe essere osservata”.

Bensouda ha confermato ha Reuters che da un lato -probabilmente da Israele- non c’è alcuna cooperazione con la Corte.