NL

NL

Corte dei Conti: il governo non fornisce un ‘quadro complessivo’ dei costi climatici

Il governo non fornisce un quadro chiaro dei miliardi di euro spesi per ridurre le emissioni: diversi ministeri hanno fissato importi diversi nei loro budget o altre panoramiche per, ad esempio, parchi eolici offshore, bonifica delle aziende agricole o per rendere più sostenibili le case in affitto, ma non è chiaro quanto denaro ci voglia, dice NOS.

Questa è la conclusione della Corte dei conti in un’indagine sulla spesa olandese per misure climatiche. Il Parlamento non riceve “un quadro chiaro e completo” dei ministri coinvolti, rileva la Corte dei Conti, che verifica se i soldi delle tasse sono stati ben spesi.

Il governo sta ora investendo 6,8 miliardi di euro per combattere il riscaldamento globale; a questi si aggiungeranno circa 35 miliardi se la Camera approverà il nuovo fondo per il clima.

Il Parlamento olandese sta tenendo il punto sulle informazioni a proposito dei miliardi spesi per il clima e per questo la Corte dei conti ha esaminato attentamente i vari bilanci e le relazioni di sintesi.

La ministra delle finanze Kaag afferma che la connessione dei parchi eolici offshore costa 150 milioni in meno di quanto indicato dal suo collega Adriaansens degli affari economici: il ministero dell’Agricoltura calcola un importo di 259 milioni di euro per la ristrutturazione degli allevamenti di suini tra il 2020 e il 2027. In un’altra panoramica sulla spesa per il clima, è stato inserito un importo di 44 milioni di euro.

La Corte rileva inoltre che i vari ministeri utilizzano definizioni diverse di misure climatiche. Non è quindi escluso che alcune spese siano erroneamente collocate sotto la voce “clima”.

SHARE

Altri articoli