Sono oltre 500 i migranti e rifugiati multati per non aver superato, a tre anni dal loro arrivo nei Paesi Bassi, gli esami di integrazione, scrive il quotidiano Trouw. Le persone che non superano i test finali, che includono lingua e conoscenza della società olandese, possono essere multati fino a € 1.250.

Tuttavia, Dorine Manson, direttore dell’organizzazione per i rifugiati Vluchtelingenwerk, ha detto a Radio 1 che la colpa per non aver superato gli esami non è tutta degli studenti. Alcune persone devono aspettare tre mesi prima di poter fare un test e poi attendere un mese per i risultati, spingendo la durata del corso ben oltre il limite di tre anni.

In particolare, vi è una mancanza di informazione sulle varie opzioni possibili, ha detto Manson: ‘E se ci sono informazioni, sono in olandese,’ ha sottolineato. Dal 2013, i nuovi arrivati possono prendere in prestito fino a  € 10.000 e organizzare il loro programma di integrazione . I rifugiati che superano il test nel giro di tre anni, non devono restituire il prestito.

Nel vecchio sistema, i consigli locali organizzavano corsi di integrazione e gli studenti avevano 3,5 anni per completare il percorso. Da quando il sistema è cambiato, però, il numero di programmi ultimati con successo si sarebbe quasi dimezzato scendendo al 39%.

Un portavoce del Ministero degli Affari sociali ha detto a NOS che le persone sono avvertite per lettera se rischiano una multa e hanno molte opportunità per spiegare le loro ragioni.