+31mag Channels

The Netherlands, an outsider's view.

MELTIN' POT NL

Correva per non perdere il treno, la polizia lo scambia per uno scippatore: picchiato e arrestato. Poi le scuse: un grave errore

Ancora un'aggressione a giovane di minoranza etnica. La polizia porge le scuse ma l'avvocato ha sporto denuncia

Ancora un caso di “ethnic profiling”, ancora un’aggressione da parte della polizia a giovani di minoranze etniche scambiati per malviventi. Questa volta è toccato ad Ammar Nayare, fermato con violenza dalla polizia a Centraal Station perchè scambiato per uno scippatore.

Il ragazzo, in realtà, correva per non perdere il treno ma la psicosi per attentati e borseggi ha suggerito alla politie che quel giovane, di origine nordafricana, avesse qualcosa da nascondere.

Una volta fermato dagli agenti in borghese gli è stato ordinato di togliere le mani dalla tasca. Al suo rifiuto è stato colpito da un agente e gettato in terra riportando ferite al volto. 

Arrestato è stato però immediatamente rilasciato: non c’erano, infatti, presupposti per il fermo. Non solo: la politie di Amsterdam si è scusata pubblicamente: è stato commesso un grave errore. Anche il rifiuto di obbedire agli ordini e di togliere le mani dalle tasche non aveva, secondo un portavoce della politie, fondamento: non esistevano, infatti, premesse sufficienti per fermarlo o perquisirlo.

La polizia ha fatto sapere che contatterà il giovane per porgere direttamente le scuse.

 

Intanto, scrive il portale NOS, l‘avvocato di Nayare ha presentato un esposto contro la polizia.

 


31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news, reportage e video inediti in italiano.
Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

Recharge us!