Il numero di pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid-19, è diminuito negli ultimi giorni. Gli 80 pazienti di mercoledì scorso segnano, infatti, una diminuzione di 11 unità, circa il 12%, rispetto al giorno prima.

Altri dipartimenti ospedalieri che, secondo LCPS (Centro di coordinazione nazionale per la gestione dei pazienti), ospitavano circa 333 pazienti al di fuori della terapia intensiva, hanno riscontrato una diminuzione di 32 pazienti, da lunedì a mercoledì.

Inoltre, secondo il direttore di Landelijk Netwerk Acute Zorg ( rete nazionale per medicina di emergenza), Ernst Kuipers, il numero di nuovi pazienti Covid-19 rimane basso in tutto il Paese. I numeri in terapia intensiva sono aumentati a causa della maggiore incidenza di pazienti non affetti dal virus ma da altre patologie.

I pazienti non affetti da Covid-19, infatti, sono aumentati del 10% da lunedì, arrivando a 535. Kuipers, si era precedentemente detto preoccupato per il basso numero di persone ricoverate in terapia intensiva. Questo poteva significare, infatti, che la normale assistenza sanitaria si fosse bloccata durante la pandemia e, di conseguenza, non si stesse muovendo abbastanza in fretta per recuperare.

Dalla fine di febbraio, in Olanda, 2,902 persone sono state ammesse in terapia intensiva a causa del coronavirus. Circa 1,537 sono state ricoverate e poi dimesse, mentre 841 sono decedute.