La situazione del coronavirus nei Paesi Bassi, la settimana scorsa, ha tornato a destare preoccupazione con il doppio dei casi positivi rispetto alla settimana precedente, ha confermato l’agenzia di sanità pubblica RIVM.

I dati dell’agenzia di martedì hanno mostrato che la percentuale dei positivi al virus è passata dall’1,1% di tutti gli individui testati al 2,3%

Il premier Rutte e il Consiglio dei Ministri sono stati criticati per aver sospeso le conferenze stampa settimanali (e in risposta a queste critiche, stasera avrà luogo la prima da giugno.  “La maggior parte delle altre infezioni sono il risultato del contatto con altri membri della famiglia, amici, feste, in ufficio o da altre attività ricreative come luoghi di ristorazione o club sportivi”, ha detto RIVM.

La maggior parte delle nuove infezioni è stata rintracciata nelle aree circostanti Rotterdam, Amsterdam e L’Aia. Rotterdam e Amsterdam hanno optato per una nuova regola che obbliga le persone in alcuni quartieri a indossare maschere per strada. Il programma pilota in entrambe le città inizia è iniziato mercoledì e, per il momento, durerà per quattro settimane.

Circa 55.955 persone nei Paesi Bassi sono risultate positive al virus. Il numero di pazienti risultati positivi al Covid-19 e ricoverati è salito a 11.959. Il rapporto ufficiale di epidemiologia ha mostrato che 6.150 persone nei Paesi Bassi sono morte da Covid-19 dall’inizio di marzo. Inoltre, la scorsa settimana sono state testate 115.525 persone dal servizio sanitario municipale GGD, un ospedale, una casa di cura o altrove. Rappresenta un aumento di oltre il 3,5 percento. Inizialmente c’era qualche preoccupazione per il basso numero di persone che contattavano i centri per farsi testare. Poco più di 98 mila si sono rivolte al GGD, con un calo di oltre 13 mila.

Nelle ultime due settimane, a 218 persone è stata diagnosticata un’infezione da coronavirus entro 14 giorni dal ritorno di un viaggio all’estero. Tra le mete principali, c’erano persone che erano state in Spagna, Francia, Belgio e Germania.