Una rivolta di detenuti nella prigione di Lelystad ha avuto luogo oggi pomeriggio, scrive NOS, che dice di aver avuto conferma dal Ministero della giustizia. Secondo il ministero, i detenuti non erano d’accordo con alcune misure adottate dalle autorità; secondo fonti di RTL Boulevard, il problema sarebbero state proprio le misure anticoronavirus. Il ministero non ha confermato queste circostanze.

I programmi giornalieri sono stati ridotti nelle ultime settimane e le persone in carcere e nelle divisioni sanitarie dei penitenziari, non sono autorizzate a ricevere visitatori. “Inizialmente doveva essere una protesta pacifica in cucina contro il programma del giorno, ma poi la situazione sarebbe degenerata”, hanno raccontato le fonti al programma di RTL. Per riportare l’ordine, la polizia penitenziaria ha dovuto utilizzare lo spray al peperoncino.

EORG, l’organizzazione che difende i diritti dei detenuti, giovedì avrà un incontro al Ministero della Giustizia per discutere delle misure coronavirus nel carcere di Vught. Se nulla succederà,

lla conversazione con il ministero non viene fuori nulla, i detenuti occuperanno presto la sala ricreativa nella prigione, afferma l’EORG.