The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Coronavirus, positivi in aumento del 35% rispetto alla settimana precedente

La scorsa settimana, il Ministero della sanità RIVM ha dichiarato che altre 1.329 persone sono risultate positive al coronavirus. È presente un aumento del 35% rispetto al totale di 987 della scorsa settimana, ha riferito il RIVM. Di coloro che sono risultati positivi, circa 600 persone erano residenti nell’Olanda meridionale e 300 erano residenti in quella settentrionale. Più di 150 provenivano dal Brabante Settentrionale e circa un centinaio vivono a Utrecht. I casi rimanenti sono sparsi in tutte le altre province, con il più alto numero di casi registrati in Gelderland e nello Zeeland.

Per la seconda settimana consecutiva, il RIVM ha dichiarato che l’1% di coloro che hanno sostenuto il test è risultato positivo, il doppio rispetto alla prima settimana di luglio. Ad oggi, 6.145 persone sono morte a causa di Covid-19. Inoltre, altri 23 pazienti sono stati ricoverati in ospedale, di cui 19 tra il 20 e il 25 luglio. Il RIVM ha anche osservato che il 22% delle nuove infezioni nelle ultime due settimane sono state probabilmente causate da una persona infetta della stessa famiglia, di cui circa l’8% da un membro della famiglia non parte della stessa abitazione. Inoltre, il 5% delle infezioni ha avuto luogo di lavoro e il 4% nelle strutture sanitarie. Circa il 2% dei nuovi casi sono collegati al settore della ristorazione.

Nelle ultime due settimane, 185 persone sono risultate positive al coronavirus 14 giorni dopo aver visitato un paese straniero. Il RIVM ha affermato che di queste, 46 persone hanno visitato il Belgio, 24 hanno viaggiato in Germania e 16 hanno trascorso del tempo in Francia, mentre altri 15 sono andati in Serbia. In più, 12 persone si erano recate in Spagna e 10 persone che hanno mostrato sintomi da coronavirus sono state nelle settimane precedenti in Croazia. Il governo dei Paesi Bassi ha dichiarato che sarebbe preferibile evitare la zona di Barcellona, se non in caso di assoluta necessità, e anche la Croazia.