I medici di famiglia olandesi dovranno registrare le morti che ritengono possano essere dovute al coronavirus nel tentativo di migliorare l’accuratezza delle cifre. L’istituto di sanità pubblica RIVM, infatti, riporta solo il numero di persone che muoiono dopo essere risultate positive al test per il coronavirus, e le cifre dell’ufficio statistico nazionale CBS indicano che il vero bilancio potrebbe essere il doppio di quello ufficiale. L’attuale numero delle vittime del coronavirus ammonta a poco più di 2.800.

“Vediamo molti pazienti nelle case di cura che sospettiamo abbiano il coronavirus ma che non sono testati perché non ha senso un ricovero in ospedale”, ha detto il medico e docente dell’Università di Maastricht Jochen Cals. Ma queste persone, poi non figurano nelle statistiche. Aggiungendo potenziali casi al registro, gli esperti potrebbero formarsi una migliore idea dell’impatto reale del coronavirus e tali numeri, più veritieri, potrebbero rappresentare la base per future politiche.

Ogni medico di famiglia tiene già un elenco di decessi che potrebbero essere collegati ad infezione da coronavirus. Il team dietro la nuova unità di registrazione spera di essere in grado di pubblicare i primi dati la prossima settimana. Le informazioni saranno raccolte sulla piattaforma ZorgDomein, che il 90% dei medici attualmente utilizza per scambiare informazioni.