The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

CULTURE

Coronavirus, la raccolta fondi del museo MIMA (Belgio)



Grazie ad una raccolta fondi, il museo MIMA a Molenbeek (Belgio) ha raccolto 15mila euro per affrontare la crisi scatenata dal nuovo Coronavirus (Covid-19). Una parte del ricavato, andrà in beneficenza al CHU Saint-Pierre, un ospedale di Bruxelles. 

Il MIMA, Museo d’Arte Contemporanea, ha perso una notevole quantità di entrate a causa della crisi del coronavirus. In genere, il museo trae il 50% dei suoi finanziamenti dalla vendita di biglietti. Ma viste le misure di sicurezza attuate dal governo per cercare di fermare la diffusione del virus, il museo ha dovuto chiudere. “La somma  che abbiamo raccolto ci aiuterà per tre o quattro settimane”, spiega Michel De Launoit, uno dei fondatori del MIMA. “Se la chiusura dovesse continuare anche per maggio e giugno, e quindi non ci fossero turisti, dovremo inventare ed attuare anche altre soluzioni.”  

Il museo ha aperto la raccolta fondi non appena è diventato chiaro che le misure di sicurezza sarebbero durate almeno fino ad aprile. L’iniziativa prevede la vendita ai partecipanti di un biglietto valido per visitare il museo tutto l’anno. Inoltre, oltre all’ingresso alle mostre, si possono anche acquistare cataloghi, borse di tela, o maglioni con il logo del museo.

Poiché l’obiettivo iniziale di 15.000 euro è già stato raggiunto, il museo ha deciso di tenere aperta la raccolta fondi fino al 14 aprile. Il MIMA cerca adesso di raccogliere il 150% dell’obiettivo originale. In tal modo, il museo potrà donare la parte in più ad un ospedale di Bruxelles.

In generale, il coronavirus ha avuto un enorme impatto sull’industria culturale in Belgio. È infatti stato recentemente stimato che oltre 10.000 eventi culturali in Belgio sono stati cancellati a causa del virus e delle misure di vasta portata adottate per combatterlo.

 

Pic Source: Pixabay






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!