Il coronavirus è ormai ovunque in Olanda ma sorprendente le isole di Wadden, con l’esclusione di Texel, sono state ancora risparmiate dalla pandemia. Ad oggi, non c’è ancora un solo caso registrato. Riusciranno a resistere? Stando a NU.nl, i sindaci stanno cominciando a considerare l’idea di “fortificare le isole”: i comuni delle Wadden Eilanden, infatti, sono gli unici in Olanda a poter vietare l’attracco e chiudere l’accesso.

Infezioni da corona non sono ancora state rilevate nelle Isole Wadden e i sindaci temono per il contagio e soprattutto per le limitate risorse ospedaliere delle isole. Ma le pressioni da fuori sono forti e soprattutto, un’interruzione dei servizi di traghetto, vorrebbe dire tagliare le isole fuori dal mondo.

I sindaci di Texel, Vlieland, Ameland, Terschelling e Schiermonnikoog invitano i turisti a stare alla larga.

Intanto, stasera, due residenti di Texel sono risultati positivi al corona. Questi sono i primi casi su una delle isole di Wadden. Il caso, riguarda un medico di Texel e un residente. All’inizio della settimana, il medico ha sviluppato febbre e disturbi respiratori. “Da quel momento, è rimasto a casa e non ha più visto alcun paziente”, scrive il comune. Il residente è stato inviato all’ospedale di Alkmaar martedì ed è ancora ricoverato lì.