Ma insomma, si può andare in giro da soli o in gruppo, oppure no? E se si è in gruppo ma si mantiene la distanza, si rischia la multa oppure no? Dall’introduzione delle nuove regole, lo scorso lunedì, la confusione regna sovrana in Olanda. A rendere ancora meno chiaro ciò che è consentito da ciò che non lo è, si sono aggiunti i racconti di sanzioni comminate a giovani che giocavano in parchi oppure le dichiarazioni di alcuni politici, tra i quali il sindaco di Nijmegen, presidente del Veiligheidsberaad, un comitato nazionale per l’Ordine e la sicurezza in NL, che ha affermato: distanza o no, in gruppo non si gira.

E’ proprio così? A quanto sembra no. Dopo la pubblicazione delle dichiarazioni, e una valanga di commenti, il portavoce del sindaco ha aggiustato il tiro: “È stato un malinteso”, ha detto a NU.nl. “Puoi riunirti in gruppo, purché mantieni una distanza di 1,5 metri.”

Date le misure adottate dal governo, la questione è se sia saggio riunirsi in gruppo, anche se la regola della distanza viene rispettata. Il Consiglio di sicurezza comprende i 25 sindaci olandesi di grandi città. I sindaci si sono incontrati giovedì pomeriggio per discutere le misure aggiuntive che il ministro Ferd Grapperhaus (Giustizia e Sicurezza) ha annunciato lunedì sera.

Queste misure hanno consentito di decidere di multare la presenza di gruppi in determinate aree designate fino a un massimo di 400 euro se non venisse mantenuta la distanza di 1,5 metri.